'; doc += ''; doc += '
'; winimg.document.writeln(doc); winimg.document.close(); } //]]>

Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Febbre da iPad2. Il punto sul prodotto cult del 2011

Lo scorso 3 marzo avevamo dato conto della recente presentazione dell’iPad 2 da parte di Steve Jobs, avvenuta in una movimentata conferenza stampa californiana. A meno di  un mese di distanza anche nel nostro Paese l’oggetto del desiderio targato Apple si è definitivamente inserito nel consumo quotidiano degli appassionati,  e l’alone di mistero che ricopriva le strategie di vendita e distribuzione della Mela (e dei suoi partner telefonici) si è ormai diradato.

Lo scorso venerdì, come di consueto, le file si sono trasformate in una vera e propria gara di resistenza in molte città italiane, con tanto di tattiche di appostamento, corse a ostacoli e aspre contese tra fans determinatissimi ad accaparrarsi le prime versioni colorate di bianco (una delle tante novità del già famoso tablet).

Qualcun altro, invece, ha preferito ricorrere all’Apple Store online, affrontando una coda solo “virtuale” ma rassegnandosi ad attendere una consegna a domicilio che non richiederà meno di 3 o 4 settimane, nella speranza che i tempi non si dilatino ulteriormente a causa della tragedia giapponese, visto che nel Sol Levante si producono alcuni importanti accessori e pezzi di ricambio dell’ambito aggeggio (in primis batterie e flash-card).

Anche le caratteristiche tecniche sono ormai note: display da 9,7 pollici con doppia videocamera e HD, processore dual core che ne aumenta la potenza rispetto al predecessore, ingombro inferiore del 33% (con evidenti conseguenze anche sul peso), supporti di memoria che vanno dai 16 ai 64 GB, cover magnetica ad alta resistenza agli urti, nuovi accessori e apps: compresa l’uscita Hdmi, iMovie (per il montaggio video) e GarageBand (per composizioni musicali e mixaggio) . Prezzi che partono dai 479 euro (per la versione priva di connettività 3G) e toccano gli 800 con i modelli provvisti di alloggio per micro-sim.

E proprio dagli operatori di telecomunicazioni arrivano le ultime novità legate alle tariffe. L’opzione Super Internet ricaricabile di Tre per iPad 2 (5 euro al mese) comprende un traffico di dati fino a 3 GB, con sovrapprezzo di 2 euro ogni 100 MB al superamento della soglia stabilita e i primi 30 giorni di abbonamento totalmente gratuiti.

Tim, dal canto suo, prevede una scelta tra due tipi di offerta: un piano da 9 euro mensili per un 1 GB di dati e un canone di 19 euro, sempre al mese, per un traffico di 5 GB. La micro-sim Wind può essere invece abbinata all’offerta Mega Unlimited da 20 euro al mese (per i primi sei mesi bastano 10 euro), con una soglia di traffico pari a 10 GB. Infine Vodafone: Internet Sempre Smart costa 9 euro al mese (1GB), Internet Sempre Super 19 (3GB), mentre con Internet Facile Day con 2 euro si ottiene il diritto a connettersi per l’intera giornata.

Insomma, tutto secondo copione: le prime indicazioni sui consumi dell’iPad2 sembrano in linea con le aspettative. Anche se per avere dati certi sui numeri bisognerà aspettare ancora, almeno da qui alla fine del 2011 la quota di più del 90% del mercato di Apple sui tablet è destinata a restare tale. Del resto, dal quartier generale di Cupertino l’avevano previsto, esibendo una sicurezza che rasentava lo snobismo: «Il 2010 è stato l’anno del l’iPad. Il 2011 sarà l’anno dell’iPad2».

Video via melablog.it

Leggi anche:

Samsung GalaxyS: dal tramonto all’alba (e ritorno)

Samsung e le memory card a prova di… tutto

Ancora Samsung: freehands.me o Fuga da Alcatraz?

Il bluetooth Samsung fa parlare la natura

Viral Marketing firmato Samsung

Steve Jobs presenta l’iPad

Tablet, cinema e proiezione: la guerra delle interfacce

Realtà aumentata e turismo: Tuscany+

Il Galaxy Tab torna a scuola: ecco un nuovo spot per il web prodotto da una studentessa

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: lunedì, marzo 28th, 2011 by vincenzo bernabei

Categorie: Brand | Comunicazione | Marketing | News | Tecnologie & Web.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)

[...] di videogiocatori che in tutto il mondo pubblicano i propri record sul Game Center della Apple. (Da segnalare tra l’altro la mitica, sorniona figura del saggio Sensei, pronto a illustrarci [...]