Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Slow motion “al naturale” per Samsung Galaxy Ace

Da qualche giorno sul web è apparsa una campagna per Samsung realizzata attraverso una tecnica di slow motion molto particolare. Stavolta non c’entra la high speed camera, e solo in parte l’effetto ralenti è dovuto alla post produzione.

Acrobati, super-eroi, giocolieri e ragazzi mascherati. Una location, le strade di Jerez, e un’intera giornata a disposizione per inscenare una suggestiva e coinvolgente performance. Sono questi gli ingredienti della nuova campagna virale appositamente concepita per il Galaxy Ace, un nuovo prodotto Samsung compatto e maneggevole.

Avete capito bene: gli unici che si muovono in tempo reale sono i passanti mentre, oltre alle facce sbigottite degli astanti, c’è senz’altro da notare l’invidiabile tenuta fisica e psicologica dei performer (il colectivo de arte ACE), capaci di muoversi come bradipi per ore e ore concedendosi anche il lusso di esibirsi in acrobazie miste.

Lo slow motion è una tecnica vecchia quanto il cinema (i film di Sam Peckinpah, Matrix e Rocky, tanto per fare un esempio, sarebbero stati inconcepibili senza), ma c’è da dire che le nuove tecnologie di ripresa hanno conferito ai videomaker un’ulteriore spinta verso l’utilizzo (nel nostro caso simulato) di tali accorgimenti . Qualche mese fa, gli appassionati lo ricorderanno, questo video girato in una stazione inglese fece furore:

Per chiudere, come di consueto, due paroline sul prodotto comunicato.

Il Samsung Galaxy Ace è un device molto competitivo sia in termini tecnici che economici. Dotato di WiFi, GPS e Bluetooth, fotocamera da 5.0 MP (2592×1944), zoom digitale, flash LED, fotorubrica ed editor di immagini, è gestito attraverso Froyo, vale a dire la versione 2.2 di Android di Google.  Monta un touchscreen da 3 pollici e mezzo, supportando la connettività WAP, i files MP3 e, cosa che non guasta mai, ospita una radio FM.

Grazie a Vincenzo Castrogiovanni e a TVF per la segnalazione :)

Leggi anche:

Samsung GalaxyS: dal tramonto all’alba (e ritorno)

Samsung e le memory card a prova di… tutto

Ancora Samsung: freehands.me o Fuga da Alcatraz?

Il bluetooth Samsung fa parlare la natura

Viral Marketing firmato Samsung

Steve Jobs presenta l’iPad

Tablet, cinema e proiezione: la guerra delle interfacce

Realtà aumentata e turismo: Tuscany+

Il Galaxy Tab torna a scuola: ecco un nuovo spot per il web prodotto da una studentessa

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: mercoledì, aprile 6th, 2011 by vincenzo bernabei

Categorie: Brand | Comunicazione | Creatività | News | Tecnologie & Web | Video.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)

[...] online in questi giorni il nuovo spot web di Samsung, che gioca con i nostri tic quotidiani per esaltare l’usabilità e l’intelligenza dei [...]

[...] un trasgressivo mix di tecniche di marketing per lanciare il suo nuovo flagstore nella Grande Mela. Street marketing, realtà aumentata, location based services e design partecipativo: tutto in una esplosiva campagna [...]

[...] prepotentemente in nuovi segmenti di mercato, primi tra tutti quelli degli smartphone e dei tablet, allargando ulteriormente il solco che li divideva; dall’altro, per certi versi, hanno invece [...]