Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Kaizen, lateral thinking e coaching a servizio della creatività

Nel suo articolo TWO is better than ONE pubblicato su Brand Care magazine n° 009, Alessandra Colucci raccoglie il suo punto di vista riguardo il coaching, il lateral thinking e la creatività in generale riflettendo su come tali elementi possano interagire affinché si arrivino a definire dinamiche di miglioramento continuo nelle organizzazioni, affinché il kaizen si trasformi da strategia in forma mentis.

Un paio tra i passaggi più interessanti dell’articolo:

Il kaizen e l’atmosfera di miglioramento continuo che ne discende [...] non può non presupporre la pratica del lateral thinking, del pensiero laterale. Per mantenere alta la spinta al miglioramento, per creare i piccoli cambiamenti che lo rendono possibile, occorre ovviamente variare continuamente il proprio punto di vista, il proprio modo di pensare e di guardare al processo da perfezionare. In sintesi occorre abbandonare la logica ed utilizzare la creatività.

Il lavoro in team e il brainstorming, o meglio il brainsailing (trad. “veleggiare con il pensiero”, in modo da poter cambiar rotta quando si vuole piuttosto che rischiare di rimanere “vittime” della “tempesta” di idee) sicuramente stimolano la creatività e aiutano a “imparare” ad essere creativi, proprio perché il confronto con gli altri, di per sé, fornisce differenti punti di vista nell’interfacciarsi con i problemi da risolvere: più cervelli che pensano, più punti di vista, più idee. [...]

Il coach, in poche parole, è uno “stimolatore di creatività e di kaizen”, un individuo atto a cercare e creare, ponendo domande, nuovi punti di vista che permettano al proprio interlocutore di analizzare al meglio una situazione, un progetto, una problematica, al fine di trovare la giusta prospettiva per produrre cambiamenti o raggiungere soluzioni attraverso un coerente piano d’azione.

Buona lettura! :)

Tutti i numeri di Brand Care magazine:
- Brand Care magazine n° 001 è online!
- Brand Care magazine n° 002 è online!
- Brand Care magazine n° 003 è online!
- Brand Care magazine n° 004 è online!
- Brand Care magazine n° 005 è online!
- Brand Care magazine n° 006 è online!
- Brand Care magazine n° 007 è online!
- Brand Care magazine n° 008 è online!
- Brand Care magazine n° 009 è online!

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: venerdì, agosto 26th, 2011 by redazione

Categorie: Business | Creatività | Culture | News.

Tags: | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)

[...] dei clienti IKEA in-store o a casa propria… il tema centrare rimane sempre il miglioramento al fine di raggiungere “la felicità”: sicuramente non basta l’arredo per [...]

[...] l’attenzione, creare empatia e destare repulsione nei destinatari del messaggio prima che il pensiero laterale li facesse giungere al claim “Shit is not a cool brand. Clean up after your dog” [trad. [...]