Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Lego: i perché di un successo lungo (quasi) un secolo /2

Qualche giorno fa abbiamo parlato del brand Lego, evidenziando come i famosi mattoncini danesi incidano ancora sui consumi di giovani e adulti. Tra parchi dedicati, app per iPhone, tavoli, locandine e community online il marchio fondato da Ole Kirk Christiansen non sembra voler mollare la presa, rimanendo leader indiscusso di un settore merceologico molto importante.

Strategie multitarget, multimedialità e attivazione costante delle risorse di ampliamento, si diceva. Grazie a questi valori aggiunti Lego è entrata a far parte dell’immaginario collettivo, prima ponendo le basi della propria reputazione di brand attraverso l’articolazione della sua proposta commerciale e poi – soprattutto negli ultimi decenni – instaurando meccanismi più complessi e astratti di fidelizzazione.

Per questo nel corso degli anni sono nati i cosiddetti Legoland, parchi di divertimento tematici che richiamano in tutto e per tutto i mattoncini colorati. Il primo fu fondato ovviamente in Danimarca, ma successivamente altri Legoland sono sorti in Inghilterra (a Windsor), in Germania e in California, mentre sembra imminente l’apertura di un nuovo parco in Florida.

E per lo stesso motivo esiste un’app gratuita di iPhone – rilasciata dalla stessa Lego – che permette di fotografare soggetti e di modificarne istantaneamente i  connotati “legolizzandoli”, cioè frazionandoli in mattoncini, in modo da dare l’impressione di essere costruiti a mano “brick by brick”.

Come detto, persino gli arredi hanno risentito delle Lego-mania, tanto che la ABGC, una compagnia irlandese di design, ha realizzato su commissione un grande tavolo da riunioni tutto completamente in mattoncini colorati. Il cliente, una importante società di advertising, con l’intenzione di rendere meno noiosi i briefing dei suoi creativi ha ordinato il prezioso oggetto composto da 22,742 pezzi assemblati senza l’uso di colla, tanto per rendere ancora più autentico e pregiato l’artefatto.

Dall‘interior design al fandom. LUGNET, acronimo di Lego Users Group Network, è una comunità online internazionale e indipendente di appassionati Lego molto ben radicata in vari Paesi. I servizi offerti dall’organizzazione si delineano su tre livelli distinti: consultazione, partecipazione diretta ai newsgroup e vera e propria membership, che implica il pagamento periodico di una quota associativa.
All’interno di LUGNET è possibile scambiare opinioni, approfondire tematiche e ricercare notizie sul prodotto danese che nell’arco dell’ultimo secolo ha popolato l’infanzia (e l’età adulta) di varie generazioni. I collezionisti di LUGNET, per esempio, sono alla continua ricerca di serie ormai fuori mercato, e in molti casi sono disposti a pagare cifre considerevoli per accaparrarsi i pezzi più rari o fuori catalogo.

Infine – e come potevano mancare? – le locandine cinematografiche. Con lo stesso spirito che aveva permesso di creare la serie Lego Inspired by Movies, lo studio Old Red Jalopyha dato vita a un’altra gustosa collezione di affiches che rivisita gli ultimi grandi successi del cinema.

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: venerdì, settembre 30th, 2011 by vincenzo bernabei

Categorie: Brand | Comunicazione | Creatività | Culture | Marketing | News | Tecnologie & Web.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)