Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Non un vino a caso, ma un vino perfetto per l’occasione con Wine9

Wine9 è un meta-shop, ovvero un’enoteca che non ha una catena di punti vendita, ma che si posiziona all’interno  dei grandi supermercati e, ovviamente, il suo principale problema è quello di differenziarsi e farsi preferire agli scaffali del supermerket dedicati al vino. Per ottenere il suo obiettivo Wine9 ha utilizzato creatività e scratch-off [comunemente conosciuti come "gratta e vinci"].

Innanzitutto l’azienda ha pensato di suddividere i prodotti esposti nel proprio spazio dedicato all’interno del supermercato in base a 9 tipologie create in relazione al “gusto”, alle proprietà organolettiche dei vini, azione che, oltre a contribuire notevolmente a differenziare gli scaffali Wine9 da quelli del supermarket, rende molto semplice scegliere il vino giusto per ogni occasione anche se non si è degli esperti.

Successivamente, per comunicare che la scelta del vino del supermercato è basata, se non si hanno competenze, sulla fortuna, mentre quella sugli scaffali Wine9 è guidata e consapevole, dunque sempre in linea con le necessità del cliente e appropriata, l’azienda crea e distribuisce dei biglietti della lotteria del tipo da grattare [scratch-off].
Contrariamente a quanto accede di consueto, i biglietti sotto la parte argentata da grattare non nascondevano la possibilità di vincere un qualche premio, bensì un semplice messaggio “Basta con le lotterie nell’acquisto del vino. Troverai un vino perfetto per ogni occasione da Wine9″ e, sul retro, una breve descrizione del brand.

Idea ingegnosa e creativa che ha portato un aumento delle vendite del 17% per la marca nel mese successivo all’iniziativa, voi che ne pensate?

Il “FOOD” su Brand Care magazine:
- Non solo cucinare, ma pensare, inventare
- Creative Food blogging – Intervista a Daniela Delogu, Tania Valentini e Sigrid Verbert
- Siamo noi ciò che mangiamo? – Il delicato rapporto tra cucina e identità
- Amatriciana vs. Matriciana
- La cultura del progetto arriva in tavola. Zona7 e il food design – Intervista a Ilaria Legato
- Cucina creativa itinerante – Intervista a Moreno Cedroni
- La scatoletta di pesce gusto “Simmenthal”
- Come rendere felici le persone con il cibo – Intervista a Mauro Uliassi
- Taste the difference – Love difference – Intervista a Sonja Linke
- “Siamo designer… disegnamo anche biscotti” – Intervista a Marco Pietrosante
- Kinder sorpresa: il doppio strato comunicante
- Cucina e Cinema

Leggi anche:
- Le nuove strade del food packaging
- I casi di studio del Master IED in Brand Management 2011
- Buon Ferragosto… festeggiate cucinando!
- I “Vortici” Perugina
- Motta, Perugina e il cioccolato… estivo
- Fonzies, se non ti lecchi le dita godi solo a metà! – il concorso
- Milano Food Week dal 7 al 15 maggio
- Agrumi & Brand: il caso Chin8Neri
- La bottiglia di Amarone dedicata all’Unità d’Italia
- Assolatte e la dieta dello sciatore
- Kit Kat e le biglie di Newton giganti
- Suggerimenti: una ricetta perfetta per Santo Stefano e un bel regalo per Natale
- Cioccolata in musica… Sinfonie Perugina
- Bauli e gli auguri “personalizzati”
- “I Senza Olio” Polli: spot TV e concorso “vinci una spesa gratis”
- Il brunch secondo Nescafé
- Show Cucching, il primo corso di seduzione ai fornelli
- Scoprire nuovi prodotti e nuovi sapori: M&M’s Pretzel
- Pupille e Papille: a cena al “Sasso di Dante”
- Sanbittèr protagonista del programma “Aperitivi all’Italiana”
- Il Trentino è nell’aria con Trentinalatte
- Bosch: terrore tra le verdure
- Kapiti e il food design
- The Bread Art Project ovvero quando il pane può diventare arte
- La parola persa: The Junk Food
- Pupille e Papille: a cena da “Doney”
- Pupille e Papille: a cena al “Jet Set”

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: martedì, ottobre 11th, 2011 by alessandra colucci

Categorie: Brand | Comunicazione | Creatività | Marketing | News.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)

[...] è mai capitato di fare un’immensa fatica nell’aprire una bottiglia di vino? Che dire poi di quando il tappo in sughero decide di rompersi a metà proprio quando stavate [...]

[...] dove andare a cena, il locale in cui prendere un aperitivo di lavoro o una birra o un calice di vino con gli amici dando modo alla clientela di leggere e scrivere in tempo reale recensioni, [...]

[...] dove andare a cena, il locale in cui prendere un aperitivo di lavoro o una birra o un calice di vino con gli amici dando modo alla clientela di leggere e scrivere in tempo reale recensioni, [...]