Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Biome: il giardino digitale

Non c’è che dire: il green e l’ecosostenibilità, almeno nel campo del design, in questo periodo fanno decisamente tendenza. In una mostra londinese intitolata “Slow Tech – Design for Digital Downtime” qualche tempo fa è stato esposto un curioso prototipo che punta a farci riflettere sul tempo e sulla tecnologia.

Il giardinaggio che non ti aspetti. Può sembrare strano, ma il designer londinese Samuel Wilkinson ha progettato un terrarium da controllare in remoto. Si chiama Biome e funziona più o meno come un Tamagotchi (ve li ricordate?): attraverso un iPad o uno smartphone è possibile controllare il suo microclima, il livello di umidità e quello delle sostanze nutritive dei corpi organici presenti al suo interno.

L’idea – spiega l’artista – è quella di contribuire a mutare il concetto di digitale, proponendo agli utenti di utilizzare il proprio device in maniera alternativa, legandolo cioè a un concetto di lentezza e di calma. Il controllo e la cura di un mini ecosistema, infatti, richiede una buona dose di pazienza, che contrasta decisamente con l’immediatezza e l’istantaneità solitamente richieste dai media che utilizziamo quotidianamente.

Il microscopico giardino è dotato di un’illuminazione a basso consumo energetico che simula la luce del sole e contiene dei sensori in grado di recepire gli impulsi provenienti dai devices, una volta connessi. Il sistema è stato concepito per ospitare differenti tipi di microambienti (per esempio quello tropicale, quello desertico, fino al prato inglese), e la sua caratteristica più rivoluzionaria consiste nel fatto che, a differenza delle piante che di solito popolano i nostri terrazzi o i nostri appartamenti, può essere curato anche da chi il “pollice verde” non sa dove sia di casa…

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: giovedì, novembre 17th, 2011 by redazione

Categorie: Creatività | Culture | News | Tecnologie & Web.

Tags: | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)